Scadenza: 15 aprile 2024
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

RESTART – NextGeneration EU – Università degli Studi di Bologna – Ministero dell’Università e della Ricerca

Dotazione Complessiva
€ 3.163.974
Vai al bando
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il bando intende raggiungere soggetti pubblici e privati, esterni al Partenariato RESTART, fortemente interessati a introdurre innovazioni significative in relazione a prodotti, processi o servizi.

Interventi ammissibili

Il progetto proposto dovrà rientrare coerentemente all’interno di una delle seguenti tematiche:

  • Telecommunication Networks for Industrial Applications (IN);
  • Innovative channel coding for modern and green networks (INCHNET);
  • Telecom as a service in the next smart energy grid (TELESMEG);
  • Wireless communications for seamless mobility in connected vehicles for the day-3 and over (MOVEOVER).

La durata di realizzazione del progetto non potrà essere superiore a 12 mesi a decorrere dalla data indicata nel provvedimento di concessione dell'agevolazione, salvo concessione di proroga da parte dello Spoke purché le attività vengano concluse e rendicontate entro 3 mesi dalla fine del Partenariato RESTART.

Chi può partecipare

I soggetti ammessi a presentare proposte progettuali sono:

  • gli Organismi di ricerca (OdR), ai sensi del Regolamento (UE) 651/2014 Art. 2, comma 83;
  • le Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI);
  • Startup innovative costituite da non più di 24 mesi (art. 25 del D.L. 179/2012);
  • le Grandi Imprese (GI).

Entità del contributo

La dotazione finanziaria complessiva ammonta a 3.163.974 Euro, di cui 1.360.674 per il Mezzogiorno. L’agevolazione sarà sotto forma di contributo a fondo perduto. Nel caso di soggetti sottoposti alla disciplina degli aiuti di stato, l’entità massima concedibile dell’agevolazione verrà calcolata sulla base della dimensione dell’impresa secondo quanto riportato nella Tabella 3 a pagina 15 del bando).

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Le spese ammissibili sono tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto. Si consiglia pertanto di verificarle con attenzione (Cfr. sez. 3.3, pag. 13 del bando).

È molto importante leggere attentamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri, infatti, ti consentirà di comprendere se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di stesura del progetto, i criteri di valutazione rappresenteranno la tua guida per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Si consiglia di prestare molta attenzione ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio, perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. sez. 4.2, pag. 17 del bando).

Hai bisogno di maggiori informazioni? Contatta il seguente indirizzo e-mail: michela.cozzi@unibo.it.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.