Scadenza: 12 ottobre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Fondazione Cariplo

Dotazione Complessiva
€ 453.000
Finanziamento Massimo
€200.000
Finanziamento Minimo
€50.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Facile

Finalità

Il bando è emesso dall’Area Servizi alla Persona di Fondazione Cariplo nell’ambito dell’obiettivo strategico n. 3 “Contrasto alla povertà: intercettare le persone in povertà e migliorare la loro condizione di vita” e, in particolare, della linea dedicata alla coprogettazione territoriale, promossa in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Fondazione Peppino Vismara, e finalizzata al sostegno di progetti di contrasto alla povertà realizzati da reti territoriali.

La finalità del bando è offrire risposte rapide e coordinate alla popolazione in povertà e vulnerabilità, a partire da quella fascia di popolazione che si è trovata in una condizione di fragilità a causa delle ripercussioni economiche e sociali legate al succedersi delle crisi degli ultimi anni.

Interventi ammissibili

Il bando sosterrà interventi che sappiano intercettare le “nuove povertà” e strutturare azioni di ampio respiro in grado di favorire il miglioramento delle condizioni di vita dei beneficiari e di avviarli verso la fuoriuscita dalla situazione di povertà/vulnerabilità economica nelle sue diverse accezioni (lavorativa, alimentare, energetica…), prevedendo, quando necessarie, le misure atte a far fronte ai bisogni più urgenti.

Nello specifico, i progetti dovranno prevedere le seguenti azioni:

  • individuazione del target di riferimento tramite modalità che consentano l’intercettazione e l’aggancio delle persone che si trovano in una condizione di povertà o che stiano scivolando in una situazione di difficoltà;
  • definizione degli eventuali interventi immediati di sostegno da calibrare in base alle necessità delle persone e delle famiglie per garantire l’accesso a beni di prima necessità (distribuzione di alimenti, materiali per bambini, farmaci e cure sanitarie) e contribuire alle spese familiari (rette per i servizi educativi e scolastici, costi relativi a trasporti e spostamenti) e abitative (pagamento delle bollette e delle spese condominiali, affitti);
  • accompagnamento dei beneficiari individuati, volto a migliorarne le condizioni di vita dal punto di vista economico (ad esempio tramite la definizione di percorsi di inserimento e reinserimento lavorativo) e sociale (ad esempio con la strutturazione di percorsi personalizzati di attivazione nei confronti della comunità di riferimento);
  • integrazione e facilitazione all’accesso ad altre misure pubbliche esistenti (bonus gas, energia e idrico, Reddito di cittadinanza e contributi di sostegno al reddito) di cui le persone e le famiglie individuate possono diventare beneficiarie.

Per essere considerati ammissibili alla valutazione, i progetti dovranno:

  • prevedere l’oggetto dell’intervento nel territorio di competenza della Fondazione Comunitaria del VCO;
  • prevedere l’avvio in una data successiva all’invio del progetto;
  • formulare una richiesta di contributo compresa tra € 50.000 e € 200.000 e comunque non superiore all’80% dei costi totali preventivati;
  • avere una durata massima di 36 mesi;
  • prevedere costi per investimenti ammortizzabili non superiori al 5% dei costi di progetto.

Chi può partecipare

Possono beneficiare dei contributi i soggetti indicati nel documento: “Criteri generali per la concessione di contributi”, ovvero:

a) enti pubblici;
b) enti del Terzo Settore iscritti al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore;
c) enti aventi qualifica di ONLUS;
d) altri enti privati senza scopo di lucro, con o senza personalità giuridica, che promuovono lo sviluppo economico o perseguono scopi civici, solidaristici e di utilità sociale e comprovano le loro esperienze, competenze e conoscenze;
e) enti esercenti imprese strumentali
f) le cooperative sociali;
g) le imprese sociali;
h) le cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero.

I progetti dovranno essere presentati da un partenariato costituito da un minimo di due organizzazioni con competenze nell’ambito di interventi a sostegno di persone e nuclei familiari in condizione di povertà e vulnerabilità

Oltre al partenariato minimo, ai progetti sarà richiesta l’attivazione e/o il rafforzamento di una rete territorialedi prossimità.

Le reti territoriali potranno includere enti locali, organizzazioni del privato sociale, imprese, associazioni di categoria, associazioni imprenditoriali, enti di formazione, scuole e tutti gli enti pubblici e privati funzionali allo scopo e potranno favorire l’attivazione e il protagonismo della comunità locale (cittadini, gruppi informali già attivi…).

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 453.000 Euro

Contributo minimo per progetto: 50.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 200.000 Euro

Il contributo non dovrà comunque superare l’80% dei costi totali preventivati.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Prestare massima attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione vi guideranno per capire l’importanza che sarà necessario dare ai singoli aspetti della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza a quegli aspetti che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. 4.3 Criteri, pag. 4).

È sempre consigliabile prendere contatto diretto con l’Ente finanziatore, ti aiuterà a comprendere se il tuo progetto possiede le giuste caratteristiche per essere finanziato e a risolvere eventuali dubbi.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.