Rilancio strategico e attrattività degli ITS: Azioni di orientamento, di accompagnamento al lavoro e innovative di sviluppo

Scadenza: 8 settembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Lazio

Dotazione Complessiva
€ 1.760.000
Finanziamento Massimo
€100.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

L’iniziativa è cofinanziata con le risorse del Fondo Sociale Europeo del POR Lazio 2014-2020 nell’ambito dell’Asse 3 “Istruzione e formazione”, Priorità di investimento 10.iv, obiettivo specifico 10.6.

La Regione Lazio, al fine di creare una convergenza tra gli obiettivi primari del territorio regionale e l’occupazione giovanile, intende rafforzare il sistema degli ITS intesi quali opportunità di assoluto rilievo nel panorama formativo regionale e nazionale ed espressione di una strategia fondata sulla connessione delle politiche d'istruzione, formazione e lavoro con il tessuto produttivo laziale.

Attraverso l’attivazione di tre diverse azioni, gli interventi mirati dovranno qualificare le attività messe in campo dalle Fondazioni ITS già operanti nel Lazio e i relativi percorsi per il conseguimento dei seguenti obiettivi:

  • promuovere la conoscenza dei percorsi ITS e le opportunità che offrono così che possano essere considerati una valida possibilità dai giovani;
  • incentivare l’attrattività dei percorsi, la flessibilità dell’offerta formativa rendendola più attinente alle esigenze delle imprese;
  • potenziare il raccordo e l'allineamento fra i percorsi formativi e le filiere produttive di riferimento, aumentandone, in tal modo, l’attrattività da parte di giovani e adulti interessati ad acquisire competenze tecniche elevate in aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico regionale;
  • aumentare l’occupabilità dei destinatari dei percorsi ITS;
  • potenziare strumenti e attrezzature degli ITS; - strutturare progetti, modelli innovativi, strategie di governance.

Interventi ammissibili

Il bando intende finanziare le seguenti tipologie di interventi di rilancio strategico e attrattività degli ITS del Lazio:

  • Azione A - Azioni di orientamento

L’Azione dovrà permettere la diffusione delle informazioni utili a giovani e famiglie per avvicinarsi all’offerta formativa degli ITS, incrementando i partecipanti. L’azione di orientamento dovrà essere svolta attraverso, a titolo esemplificativo, incontri e seminari informativi, sportelli dedicati, convegni, diffusione con strumenti e canali di comunicazione sociale (mass media);

  • Azione B - Azioni di accompagnamento al lavoro al termine dei percorsi ITS.

L’Azione dovrà facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro dei destinatari dei percorsi ITS, attraverso un supporto in termini di opportunità e scelta, anche in coerenza con i percorsi realizzati, perseguendo il duplice obiettivo di aumentare il tasso di occupazione delle risorse che escono o sono uscite dai percorsi ITS, mirando alla piena occupazione, e di facilitare l’individuazione di opportunità lavorative in linea con le qualifiche acquisite e le aspettative dei destinatari. In particolare, a titolo esemplificativo, le azioni previste possono riguardare:

  • sportelli dedicati ad attività informative, ad attività funzionali al collocamento lavorativo, ad incontri di orientamento al lavoro (career day e servizi di job placement);
  • azioni dirette a consentire agli studenti di arrivare preparati all'appuntamento con le aziende, attraverso azioni mirate di incontro tra domanda e offerta in linea con le competenze degli studenti, promuovendo al contempo valide opportunità professionali;
  • l’attivazione di supporto mirato ai destinatari degli ITS mediante il coinvolgimento anche di esperti interni ed esperti esterni di settore per l’individuazione di adeguate opportunità di lavoro o per l’autoimpiego;
  • Azione C - Azioni innovative di sviluppo e azioni di sistema

L’azione dovrà facilitare il rilancio strategico degli ITS del Lazio attraverso il coinvolgimento attivo delle stesse Fondazioni chiamate a presentare Progetti Innovativi nelle aree e ambiti di incidenza. I progetti si possono caratterizzare per aspetti innovativi. Le azioni previste sono:

  • azioni di sistema (ricerca, analisi dei fabbisogni);
  • potenziamento mediante acquisto di strumenti e attrezzature che dovranno essere correlati alla diretta realizzazione dell’attività progettuale.

Tempi di realizzazione degli interventi: le azioni dovranno essere obbligatoriamente realizzate entro il 30 giugno 2023.

Gruppo target: giovani residenti o domiciliati nella Regione Lazio, in particolare studenti di istruzione secondaria superiore, diplomati della scuola secondaria superiore, studenti e diplomati dei percorsi ITS.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) già operanti con percorsi formativi ITS attivi nella Regione Lazio alla data di pubblicazione del bando.

Ciascun soggetto proponente potrà presentare al massimo tre proposte progettuali, una per ogni tipologia di azione.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 1.760.000 Euro

Costo massimo finanziabile per ciascuna Azione:

  • Azione A: 100.000 Euro;
  • Azione B: 20.000 Euro;
  • Azione C: 100.000 Euro.

Limitatamente all’Azione A, il contributo sarà rideterminato in proporzione ai destinatari effettivamente coinvolti risultanti dalla relazione finale dell’attività (Cfr. Art. 19.1, pag. 18 del bando).

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Ti invitiamo a tenere presente sin da subito che l’Avviso non riguarda la Programmazione e attivazione di nuovi Percorsi degli ITS ma riguarda esclusivamente i percorsi già attivatie le Fondazioni ITS già operanti con percorsi formativi ITS attivi, nella Regione Lazio, alla data di pubblicazione del provvedimento e rappresenta uno strumento operativo aggiuntivo che favorirà il potenziamento degli obiettivi di programmazione regionale e l’evoluzione del sistema ITS Laziale, verso un modello attrattivo per giovani e imprese.

Leggi attentamente tutti i dettagli relativi all’articolazione degli interventi (Cfr. Art. 5, pagg. 7-9 del bando).

Consulta scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art. 13, pagg. 11-13 del bando).

Verifica quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 17, pagg. 14-15 del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. Art. 18, pagg. 15-16 del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.