Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative e informazioni turistiche

Scadenza
20 febbraio 2020
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

PSR 2014-2020 Provincia Autonoma di Trento, Misura 7, Operazione 7.5.1

Vai al bando
Pubblicato sulla piattaforma il 24 Gennaio 2020
-335 giorni alla scadenza del bando

Finalità

Il presente bando ha l’obiettivo di migliorare l’attrattività dei territori rurali promuovendo la creazione di infrastrutture e servizi per la fruizione e la diversificazione dell’utilizzo turistico delle aree naturali nonché quello di mantenere e creare nuove opportunità occupazionali tramite il sostegno alle iniziative che consentano di preservare e favorire la produzione di servizi ecosistemici, essenziali per il benessere dell’uomo, tra cui in particolare il servizio estetico, ricreativo ed educativo una diversificazione delle attività non agricole. Nello specifico l’operazione fa riferimento agli aspetti relativi alla realizzazione, miglioramento e ampliamento delle infrastrutture ricreative e di interesse turistico su piccola scala e alla comunicazione e divulgazione.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili le spese per investimenti finalizzati a promuovere attività turistiche nelle aree rurali, con particolare riferimento alle aree naturali protette, ripartite nelle seguenti due tipologie:

TIPOLOGIA 1:

- Realizzazione o riqualificazione, quest’ultima tramite adeguamenti funzionali di edifici o manufatti preesistenti, di infrastrutture su piccola scala di proprietà pubblica da destinare ad attività di supporto alla fruizione turistico – ricreativa, quali punti informativi per i visitatori, aree ricreative e di servizio;

- Realizzazione o miglioramento di infrastrutture su piccola scala a sostegno del turismo sostenibile quali: percorsi ciclo-pedonali, ippovie, percorsi enogastronomici che valorizzino le produzioni di qualità, con relativa segnaletica.

- Le spese generali collegate ai costi eleggibili.

Nel dettaglio, per una maggior chiarezza, sono ammissibili le tipologie di iniziative di seguito indicate, con le relative limitazioni e specificazioni:

a) Interventi di riqualificazione di edifici o manufatti esistenti da adibire a punti informativi tramite realizzazione di allestimenti didattico–informativi e adeguamenti funzionali di manutenzione straordinaria degli edifici o manufatti; gli interventi edilizi di qualsiasi natura, ivi comprese le opere di adeguamento igienico-sanitario, possono raggiungere un limite massimo del 30% della parte riconducibile a questa tipologia, in quanto si vuole dare priorità alla ricaduta sui contenuti relativi alla valorizzazione delle aree protette.

b) Realizzazione ex-novo o miglioramento funzionale di percorsi tematici (nel dettaglio si intendono: sentieri, percorsi ciclabili, percorsi enogastronomici e ippovie) relativi alla fruizione delle aree protette direttamente connessa alle tematiche della biodiversità e di Natura 2000 con relativa segnaletica didattico-informativa; nell’ambito di tali interventi sono ammissibili opere accessorie quali piccole aree ricreative, di parcheggio o di ristoro fino ad un massimo di 30% della parte riconducibile a questa tipologia, in quanto si vuole dare priorità alla ricaduta sui contenuti relativi alla valorizzazione delle aree protette.

c) Realizzazione ex-novo o miglioramento della segnaletica didattica a supporto di sentieri adibiti alla fruizione di aree protette e/o per la divulgazione dei temi della biodiversità e della rete Natura 2000; per le Reti di Riserve è necessario seguire il manuale per l’immagine coordinata pubblicato sul sito web delle aree protette del Trentino

d) Interventi di infrastrutturazione leggera del territorio, quali tabellazione e segnaletica, legati all'interpretazione ambientale e a norme, regolamenti, indirizzi gestionali dell’area

e) Nell’ambito delle iniziative di cui sopra è ammissibile l’acquisizione di materiale foto/video e disegni per la promozione e valorizzazione degli aspetti naturalistici del territorio rurale legato alla presenza di aree protette o aree ad elevata naturalità fino a un massimo di 20% della spesa complessiva.

TIPOLOGIA 2:

- Realizzazione di documentazione, materiale informativo anche su formato elettronico a disposizione dei visitatori

- Sistemi informatici per la gestione di informazioni turistiche e per gestire l’accoglienza dei visitatori, ai fini di una migliore organizzazione dell’offerta turistica.

Nel dettaglio, per una maggior chiarezza, sono ammissibili le tipologie di iniziative di seguito indicate, con le relative limitazioni e specificazioni:

a) Realizzazione di documentazione e materiale divulgativo, compresa la stampa, relativi alle tematiche o/e ai percorsi delle aree protette e della rete Natura 2000

b) Realizzazione di mostre sulle tematiche relative alla rete Natura 2000 e biodiversità

c) Implementazione di sistemi informativi geografici (webgis) volti a favorire la diffusione e condivisione delle informazioni e conoscenze di base e la fruizione turistica del territorio interessato

d) Realizzazione, sviluppo e implementazione di siti web e app per la promozione e valorizzazione degli aspetti naturalistici del territorio rurale legato alla presenza di aree protette o aree ad elevata naturalità

e) Realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica per la condivisione e promozione di itinerari per la fruizione delle aree protette e della aree rurali ad elevata naturalità in maniera sostenibile.

f) Nell’ambito delle iniziative di cui sopra è ammissibile l’acquisizione di materiale foto/video e disegni per la promozione e valorizzazione degli aspetti naturalistici del territorio rurale legato alla presenza di aree protette o aree ad elevata naturalità fino a un massimo di 20% della spesa complessiva.

Chi può partecipare

Sono soggetti beneficiari ai sensi dei presenti criteri:

a) Enti di gestione dei siti Natura 2000, enti capofila delle reti di Riserve e altri gestori di aree protette

b) Comuni e altri enti pubblici.

Entità del contributo

I limiti di spesa ammissibile sono i seguenti:

TIPOLOGIA 1:

- Limite minimo di spesa ammessa per domanda di aiuto: 25.000 Euro sia in fase di concessione che in fase di collaudo

- Limite massimo di spesa ammessa per intervento: 150.000 Euro

TIPOLOGIA 2:

- Limite minimo di spesa ammessa per domanda di aiuto: 10.000 Euro, sia in fase di concessione che in fase di collaudo

- Limite massimo di spesa ammessa per intervento: 50.000 Euro

Link e Documenti

Bando

Pagina web per formulari e documenti

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Vai al bando
Pubblicato sulla piattaforma il 24 Gennaio 2020
-335 giorni alla scadenza del bando
Hai bisogno di supporto?
Affidati ai nostri esperti per una consulenza personalizzata