Scadenza: 10 giugno 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì

Dotazione Complessiva
€ 500.000
Finanziamento Massimo
€70.000
Co-finanziamento
40%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Facile

Finalità

La VII Edizione del Bando “Territori di Comunità” intende confermare l’impegno forte e profondamente sentito per le giovani generazioni: il welfare di comunità costruito nel tempo costituisce una base solida, forte e attivamente partecipata per (ri)partire con nuovi progetti che non siano solo per i bambini, ragazzi e giovani, ma nei quali essi possano agire in prima persona da protagonisti, trasformando l’esperienza della pandemia in uno sforzo rigenerativo e di rinnovamento.

Interventi ammissibili

Le finalità di questa edizione permangono le medesime delle precedenti: offrire ai bambini, ragazzi e giovani – dai 6 ai 17 anni – spazi e tempi, senso di appartenenza, stimoli per la partecipazione ed il protagonismo.

La Fondazione ritiene che in questa edizione del Bando sia opportuno, nell’ambito delle proposte progettuali che verranno presentate, prevedere azioni specifiche per questo target di beneficiari: percorsi personalizzati, flessibili e diversificati che elaborino risposte il più possibile tempestive ed efficaci alla molteplicità dei bisogni, offrendo opportunità di partecipazione, autonomia, ricerca dei talenti, cittadinanza attiva, formazione e crescita. Un ulteriore fattore chiave è costituito dalla relazione con gli Enti pubblici, quali gli Istituti scolastici, i Servizi sociali e l’AUSL: è necessario consolidare, dare continuità e stabilità alla collaborazione tra gli attori sociali, integrando le rispettive competenze, gli strumenti e le attività affinché l’impatto possa risultare il più possibile incisivo, efficiente ed ampio.

Il bando intende finanziare l’attività svolta dagli educatori, il cui ruolo svolto rimane centrale nella realizzazione delle azioni progettuali.

Le azioni progettuali dovranno svolgersi nel territorio di riferimento della Fondazione.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando, in qualità di ente proponente o capofila, gli enti non profit di natura privata (Cfr. Art. 10 del Regolamento dell’attività istituzionale della Fondazione).

Verrà valorizzata la realizzazione di progetti condivisi attraverso la costituzione di reti di partenariato tra più soggetti.

Potranno essere coinvolti, in qualità di partner, altri Enti del Terzo Settore – operanti ad esempio in ambito educativo, culturale, ricreativo, sportivo, ecc. – purché i ruoli e le competenze di ciascun soggetto coinvolto risultino chiaramente definiti e coerenti con la proposta progettuale complessiva.

L’ente richiedente (o capofila) deve avere, pena l’esclusione, sede legale e/o operativa nel territorio di intervento della Fondazione (Cfr. Art. 1, comma 3 dello Statuto) e deve essere costituito da almeno 2 anni alla data di presentazione della richiesta.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 500.000 Euro

Il cofinanziamento potrà essere assegnato fino ad una percentuale massima del 40% del costo complessivo previsto nel biennio, con un importo che non potrà comunque superare 70.000 Euro.

Qualora la rete progettuale, i contenuti, la qualità e l’innovatività della proposta vengano ritenuti particolarmente meritevoli nonché quando le particolarità del contesto comunitario (territorio periferico, carenza di reti e relazioni, peculiari situazioni di disagio e fragilità) evidenzino l’esigenza di una maggiore attenzione, la Fondazione potrà valutare la possibilità di conferire un elemento di premialità innalzando la percentuale massima di cofinanziamento al 75%della previsione complessiva di spesa ritenuta ammissibile, fino ad un ammontare massimo di 25.000 Euro per progetti di durata biennale.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Regolamento dell’attività istituzionale

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Dedicati con cura alla stesura dell’Analisi di contestoedimostra che il tuo progetto intende sopperire ad un fabbisogno reale. A tal fine, assicurati che questa sezione sia corredata di dati e studi ufficiali. Presta particolare attenzione al gruppo target a cui si rivolgono i progetti (Cfr. pag. 2 del bando).

Presta attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale (Cfr. pagg. 3 e ss. del bando).

Non aspettare fino all’ultimo momento per inviare il progetto!È sempre consigliabileinviare la domanda con sufficiente anticipo rispetto alla scadenza per evitare problemi tecnici dell’ultimo minuto (es. congestione del portale web dedicato).

Quest'anno è prevista una funzione di accompagnamento degli enti da parte di AICCON, società partner della Fondazione, finalizzata alla compilazione della scheda d’impatto inerente alle proposte progettuali da presentare. Sarà pertanto possibile partecipare ad un webinar che si terrà in data 24 maggio dalle ore 12,00 alle ore 13,00, per accedere alla riunione cliccare sul seguente link.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.