Scadenza: 14 ottobre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Camera di Commercio di Ravenna

Dotazione Complessiva
€ 200.000
Finanziamento Massimo
€4.000
Finanziamento Minimo
€1.000
Co-finanziamento
50%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Facile

Finalità

La Camera di Commercio di Ravenna, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

Nello specifico, l’iniziativa risponde ai seguenti obiettivi:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;
  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese nella fase post-emergenziale.

Interventi ammissibili

Sono finanziabili servizi di consulenza e formazione e/o acquisto di beni e servizi strumentali rispetto ai seguenti ambiti tecnologici:

Elenco 1 (il progetto deve riguardare almeno una delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi):

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi di e-commerce (escluse mere spese di web marketing);
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro (escluso il mero acquisto di smartphones e tablets);

Elenco 2 (il progetto può riguardare anche una delle seguenti tecnologie purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1):

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

Le spese devono essere integralmente fatturate e pagate tra il 1° gennaio 2022 e il giorno di invio della domanda di contributo (bando a fase unica).

Chi può partecipare

Il bando è rivolto alle micro, piccole e medie imprese con sede e/o unità locale nella provincia di Ravenna di tutti i settori economici.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 200.000 Euro

I contributi avranno un importo unitario massimo di 4.000 Euro e un importo minimo pari a 1.000 Euro.

Attenzione! L’investimento minimo che il beneficiario deve sostenere per accedere al bando (sommatoria delle spese ammissibili) è pari a 2.000 Euro.

Il contributo massimo non può ad ogni modo superare il 50% delle spese ammissibili.

Per le imprese in possesso del rating di legalità e per imprese femminili o giovanili è prevista una premialità di 250 Euro nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto del de minimis.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verifica scrupolosamente quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 6, pagg. 6-7 del bando).

Attenzione!L’impresa dovrà avvalersi esclusivamente per i servizi di consulenza e formazione di uno o più fornitori, (eventualmente come da elenco disponibile su www.atlantei40.it) tra quelli elencati nell’Avviso (Cfr. Art. 5, pagg. 5-6 del bando).

Per i bandi a sportello il fattore tempo è fondamentale. Generalmente, la dotazione finanziaria complessiva stanziata si esaurisce rapidamente. Puoi inviare un quesito (pid@ra.camcom.it) per accertarti che siano ancora disponibili fondi.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.