Finanziamenti europei alle PMI: 12 milioni di euro per gli innovatori selezionati nell’ambito dello SME Instrument

246 piccole e medie imprese (PMI) di 24 paesi sono state selezionate nell’ambito delle scadenze 2018 per la Fase 1 dello SME Instrument, lo strumento di finanziamento dedicato alle PMI nell’ambito dell programma di ricerca e innovazione Horizon 2020. La Commissione europea ha ricevuto 2.111 proposte per la scadenza del 5 settembre.

Le imprese riceveranno un importo totale di 12,2 milioni di euro per poter immettere più rapidamente sul mercato i propri prodotti innovativi.

Tra i progetti finanziati figurano un sistema di iniezione dell’acqua per ridurre le emissioni di ossido di azoto dei veicoli commerciali, uno strumento decisionale per sfruttare appieno i grandi bio-dati, una piattaforma digitale per la formazione pratica sulla cybersicurezza, una nuova terapia contro il cancro per le reti di cancro e un tecnologia che dissolve i rifiuti di legno per estrarre le materie prime.

Le aziende saranno supportate nella cosiddetta Fase 1 dello strumento per le PMI, il che significa che ogni progetto riceverà 50.000 euro per elaborare un business plan. Le aziende riceveranno anche servizi gratuiti di coaching e servizi di accelerazione d’impresa.

La maggior parte delle PMI selezionate per il finanziamento sono attive nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), della sanità e dell’ingegneria. La maggior parte ha sede in Spagna (33), segue l’Italia (28) e la Svizzera (23). Vedi tutti i Lista dei progetti selezionati

Le prossime scadenze per la presentazione delle domande per la Fase 1 dello Strumento per le PMI sono le seguenti: 13 febbraio 2019; 7 maggio 2019; 5 settembre 2019; 6 novembre 2019

Se desideri conoscere le principali opportunità di finanziamento offerte alle imprese a livello europeo, nazionale e regionale, può essere di tuo interesse il  Corso online I fondi europei per PMI e Startup innovative che fornisce consigli ed esempi pratici  su come sviluppare sinergie tra fondi in un’ottica di finanziabilità progettuale integrata.

Fonte: Commissione europea