La Commmissione europea pubblica un’analisi approfondita sui sistemi sanitari degli Stati membri dell’UE

sistemi sanitari

Solo riprogettando i nostri sistemi sanitari possiamo garantire che restino all’altezza dei loro compiti e forniscano assistenza centrata sul paziente.

È questo il suggerimento che scaturisce dai 28 profili dei sistemi sanitari degli Stati membri pubblicati dalla Commissione unitamente ad una relazione di accompagnamento. Le relazioni presentano un’analisi approfondita dei sistemi sanitari degli Stati membri dell’UE: esaminano lo stato di salute della popolazione e i fattori di rischio importanti, e allo stesso tempo l’efficacia, l’accessibilità e la resilienza dei sistemi sanitari in ogni Stato membro.

Le relazioni rispecchiano con chiarezza gli obiettivi condivisi di tutti gli Stati membri e rivelano gli ambiti potenziali in cui la Commissione può stimolare l’apprendimento reciproco e lo scambio di buone pratiche.

Dalla relazione di accompagnamento scaturiscono cinque conclusioni trasversali.

1. La promozione della salute e la prevenzione delle malattie creano le condizioni per un sistema sanitario più efficace ed efficiente.

2. Una robusta assistenza sanitaria di base guida in modo efficiente i pazienti nel sistema sanitario e contribuisce ad evitare spese inutili.

3. L’assistenza integrata garantisce che il paziente riceva un’assistenza onnicomprensiva, evitando le situazioni che si verificano adesso in quasi tutti i paesi dell’UE in cui l’assistenza è frammentata e i pazienti devono cercare soluzioni in un labirinto di strutture sanitarie.

4. La programmazione e la previsione proattive delle esigenze in materia di forza lavoro nella sanità aumentano la capacità dei sistemi sanitari di adattarsi alle evoluzioni future.

5. I pazienti dovrebbero essere il fulcro della prossima generazione di dati sanitari migliori al servizio delle politiche e delle pratiche.