L’Europa investe 873 milioni di euro in infrastrutture per l’energia pulita

Finanza-sostenibile

Gli Stati membri dell’UE hanno approvato la proposta della Commissione europea di investire 873 milioni di euro in progetti europei essenziali per l’infrastruttura energetica.

La transizione dell’Europa verso un’economia pulita e moderna, obiettivo dell’Unione dell’energia e una delle priorità della Commissione Juncker, si sta ora concretizzando sul terreno e uno dei suoi tasselli più importanti è l’adattamento dell’infrastruttura europea alle necessità energetiche future.

L’adeguata interconnessione delle linee elettriche e dei gasdotti costituisce l’ossatura di un mercato europeo dell’energia integrato e fondato sul principio di solidarietà. Per questo motivo, il sostegno ai 17 progetti selezionati nei settori dell’energia elettrica e del gas segnala la volontà dell’Europa di migliorare e rendere più competitivo il sistema energetico europeo con l’obiettivo ultimo di fornire a tutti i consumatori europei energia meno costosa e più sicura.

I finanziamenti europei per i progetti selezionati provengono dal Meccanismo per collegare l’Europa, il programma dell’UE a sostegno dell’infrastruttura transeuropea.

Dei 17 progetti selezionati per il finanziamento:

8 sono nel settore dell’energia elettrica (sostegno dell’UE 680 milioni di euro) e 9 nel settore del gas (sostegno dell’UE 193 milioni di euro);

4 sono relativi a opere di costruzione (sostegno dell’UE 723 milioni di euro) e 13 a studi (sostegno dell’UE 150 milioni di euro).