L’Europa investe oltre 10 miliardi nelle tecnologie pulite e innovative ad impatto climatico zero

La Commissione europea ha annunciato un programma di investimenti di oltre 10 miliardi di euro nelle tecnologie a bassa emissione di CO2 in diversi settori per rafforzarne la competitività su scala mondiale

Un’azione innovativa per il clima comporta numerosi vantaggi per la salute e la prosperità degli europei, con un impatto immediato e tangibile sulla vita delle persone: dalla creazione di posti di lavoro verdi a livello locale, alla crescita, a case efficienti dal punto di vista energetico con un risparmio per le famiglie, all’aria pulita, a sistemi di trasporto pubblico urbani efficienti, alla sicurezza degli approvvigionamenti di energia e di altre risorse.

Miguel Arias Cañete, Commissario per l’Azione per il clima e l’energia, ha dichiarato: “A meno di tre mesi dall’adozione della nostra visione strategica per un’Europa a impatto climatico zero entro il 2050, mettiamo a disposizione i fondi. Il nostro obiettivo è continuare a costruire un’economia che rispetti l’accordo di Parigi e che sia moderna, competitiva e socialmente equa per tutti gli europei. A tal fine, dovremo impiegare tecnologie innovative e pulite su scala industriale. Per questo motivo investiamo per mettere sul mercato tecnologie altamente innovative nelle industrie ad alta intensità energetica, nella cattura, nello stoccaggio e nell’utilizzo del carbonio, nel settore delle energie rinnovabili e nello stoccaggio dell’energia. Sosteniamo la rapida diffusione di soluzioni tecnologiche in tutti gli Stati membri e procediamo a passo spedito nella transizione verso una società moderna e a impatto climatico zero in Europa”.

La Commissione vuole garantire che l’Europa continui ad essere al vertice della classifica per quanto riguarda i nuovi brevetti di alto valore per le tecnologie energetiche pulite. Questa leadership offre un vantaggio competitivo globale, consentendo all’Europa di raccogliere i primi benefici aumentando le esportazioni di prodotti europei sostenibili e di tecnologie e modelli aziendali sostenibili.

Il 28 novembre 2018, la Commissione europea ha adottato una visione strategica a lungo termine per un’economia prospera, moderna, competitiva e neutrale rispetto al clima entro il 2050 – Un pianeta pulito per tutti. La strategia mostra come l’Europa può aprire la strada alla neutralità climatica preservando la competitività delle sue industrie investendo in soluzioni tecnologiche realistiche. Questa transizione richiede, inoltre, un’ulteriore crescita delle innovazioni tecnologiche nei settori dell’energia, degli edifici, dei trasporti, dell’industria e dell’agricoltura.

Prossimamente, la Commissione europea intende lanciare il primo invito a presentare proposte nell’ambito del Fondo per l’innovazione già nel 2020, seguito da inviti regolari fino al 2030.

Fonte: Commissione europea