9 Febbraio 2018

Industria 4.0: online il bando per la costituzione dei centri di competenza

Condividi su
pexels-photo-239919-1.jpeg
Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato il bando per la presentazione di progetti per la costituzione dei centri di competenza 4.0, poli pubblico-privato che dovranno fornire alle imprese formazione, consulenza e servizi di trasferimento tecnologico. Il bando prevede uno stanziamento complessivo di 40 milioni di euro.  

Il ruolo dei centri di competenza

Nel quadro del piano nazionale «Industria 4.0», presentato dal Governo il 21 settembre 2016, ai centri di competenza viene attribuito il compito di trasferire alle imprese le conoscenze sulle nuove tecnologie digitali. In particolare, i centri supporteranno le PMI nei loro progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale per la realizzazione e/o il miglioramento di nuovi prodotti, processi o servizi. Il centro di competenza è costituito nella forma del partenariato pubblico-privato, costituito da partner diversi, tra cui imprese e altri operatori economici, inclusi quelli che svolgono attività di intermediazione finanziaria e/o assicurativa, associazioni di categoria nazionali o territoriali, e con la partecipazione di almeno un organismo di ricerca.  

Le attività

I servizi erogati alle imprese da parte dei polidovranno seguire 3 direttrici:
  1. orientamento alle imprese, in particolare PMI, attraverso la predisposizione di una serie di strumenti volti a supportare le imprese nel valutare il loro livello di maturità digitale e tecnologica;
  2. formazione alle imprese, mediante attività di formazione in aula sulla linea produttiva e su applicazioni reali. In particolare, le attività di formazione e diffusione delle tecnologie in ambito Industria 4.0 potranno consistere in: predisposizione di materiale informativo su tecnologie in ambito Industria 4.0 e relativi benefici, supportato da casi reali; realizzazione di una o più linee produttive dimostrative all'interno del centro di competenza con l’obiettivo di presentare, in un ambiente reale, l’applicazione delle tecnologie; sviluppo di casi d’uso per testare i contenuti oggetto del corso di formazione con i partecipanti interagendo con le linee produttive dimostrative, simulando le variazioni di produttività in assenza o presenza di uno o più tecnologie; predisposizione di applicativi per presentare ai partecipanti ai corsi di formazione gli indicatori di performance e i relativi benefici in termini di minori tempi di avvio e ciclo di produzione, minori errori, maggiore qualità e maggiore efficienza degli impianti, delle linee di produzione e delle singole tecnologie;
  3. attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, proposti dalle imprese, compresi quelli di collaborazione tra le stesse, e fornitura di servizi di trasferimento tecnologico, anche attraverso azioni di stimolo alla domanda di innovazione da parte delle imprese, in particolare delle PMI.
 

I progetti delle imprese

I progetti di innovazione presentati dalle imprese, per poter ricevere l'agevolazione, devono prevedere:
  1. un piano di intervento concreto, dettagliato in investimenti, costi, tempi;
  2. la stima dei benefici economici per l’impresa sul piano di riduzione di inefficienze, sprechi e costi, anche in termini di miglioramento della qualità di processi e prodotti;
  3. la redazione di un piano finanziario a copertura dei costi del progetto;
  4. un livello di maturità tecnologica elevato, posizionato tra 5 e 8 nella scala europea “Technology readiness level”.
 

Le spese ammissibili

Per la costituzione e l’avviamento dei centri di competenza possono rientrare le spese per: l’acquisizione di attrezzature, impianti e macchinari (esclusi immobili e fabbricati), licenze e diritti relativi ai brevetti, il personale dipendente, collaboratori e ricercatori, servizi di consulenza specialistica e tecnologica,attività di marketing, organizzazione di corsi di formazione sulle tecnologie e le applicazioni in ambito Industria 4.0. Le spese per le attività di orientamento alle imprese non possono superare il 15% di quelle totali.  

Benefici

Sono due le finalità per le quali vengono concessi i benefici, nella forma di contributi diretti alla spesa:
  1. costituzione e avviamento dell’attività del centro di competenza, nella misura del 50% delle spese sostenute, per un importo complessivo non superiore a 7.500.000 euro per ciascun centro di competenza. A questi interventi è destinata una quota non superiore al 65% delle risorse disponibili;
  2. progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentati dalle imprese nell'ambito del programma di attività del centro di competenza, nella misura del50% delle spese sostenute per un importo massimo non superiore a 200.000 euro per ciascun progetto. A questa finalità è destinata una quota del budget totale inferiore al 35%.
I benefici sono concessi per un periodo di 3 anni prorogabili di ulteriori 12 mesi. Le domande vanno presentate all’indirizzo PEC dgpicpmi.dg@pec.mise.gov.it, dal 1° febbraio e fino al 30 aprile 2018.   >>> 141 progetti per l'industria 4.0   “La pubblicazione del bando dei Competence Center -ha commentato il Ministro Carlo Calenda- dà avvio ad uno strumento strategico nel supporto alle imprese per affrontare le sfide della quarta rivoluzione industriale. I processi di trasformazione in atto richiedono un forte investimento anche e soprattutto in competenze e formazione professionale dove scontiamo ancora oggi un divario troppo forte rispetto ai principali paesi europei. Con l’istituzione dei Competence Center vogliamo attrezzare il Paese di poli di eccellenza valorizzando le competenze di Università ed industria con l’obiettivo di facilitare il trasferimento tecnologico verso le imprese italiane”.  
Se hai un’impresa o una startup, scopri il corso Fondi europei per PMI e startup innovative per acquisire competenze specifiche sui programmi di finanziamento regionali, nazionali ed europei.   Leggi anche:    Rimani aggiornato:Iscriviti alla nostra newsletter   La Redazione di Prodos Academy
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni