27 Ottobre 2017

Finanziamenti per il cinema e l'audiovisivo

Condividi su
shutterstock_169841813.jpg
Cinema e audiovisivo hanno un valore formativo, simbolico e promozionale per il nostro Paese. Sostenerli tramite investimenti accresce il valore produttivo delle opere, aumentando il fatturato e l’occupazione e dando nuove prospettive alle generazioni creative. Vediamo quali sono i finanziamenti per il cinema e l'audiovisivo nella regione Lazio.  

Le opportunità

La regione Lazio promuove il cinema e l'audiovisivo, settore di rilevanza strategica per lo sviluppo del territorio dal punto di vista culturale, economico ed occupazionale, attraverso la concessione di contributi con l’avviso “Contributi per le iniziative per la promozione della cultura cinematografica e audiovisiva”. Le linee di intervento riguardano:
  1. Iniziative che vedano l’uso del cinema e degli audiovisivi come un momento di prevenzione del disagio sociale e dell’emarginazione
  2. Attività di educazione e sensibilizzazione del pubblico sulla cultura audiovisiva attraverso programmi educativi
  3. Iniziative riguardanti festival e rassegne di cinema italiano, europeo o internazionale, con particolare attenzione ai nuovi linguaggi espressivi
  4. Eventi, convegni, workshop e laboratori che riguardino l’evoluzione dell’industria audiovisiva, e l’approccio dei giovani alle nuove tecnologie
  5. Promozione delle attività di conservazione, restauro e fruizione del patrimonio cinematografico e audiovisivo.
Le domande di contributo possono essere presentate da enti pubblici e privati, società operanti nel settore audiovisivo, istituti universitari, fondazioni, comitati ed associazioni culturali e di categoria. Le iniziative devono essere realizzate tra il 1 gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018. Non può essere presentata più di una istanza per il medesimo avviso ed il contributo regionale non potrà superare il 60% dei costi del progetto. La domanda per la concessione dei contributi deve pervenireentro le ore 12,00 del 16 novembre 2017 attraverso l’utilizzo della piattaforma applicativa informatica. Un'altra opportunità di finanziamento per il cinema e l'audiovisivo è rappresentata dal bando Creatività 2020 che ha come scopo quello di rafforzare la competitività del tessuto produttivo nel settore delle industrie creative digitali e di riqualificarlo attraverso il sostegno, tramite contributi a fondo perduto di progetti imprenditoriali. Con questo avviso potranno essere finanziati: progetti di sviluppo, produzione e distribuzione cross-mediale, post-produzione digitale, spettacolo digitale e dal vivo,sviluppo e utilizzo di tecnologie digitali per il restauro e la tutela del patrimonio culturale audiovisivo. Saranno finanziabili anche lo sviluppo di applicazioni digitali relativamente a servizi digitali per medicina, salute e benessere personale e le nuove modalità di fruizione (mobile, smartphone o tablet),che colleghino progettualità e contenuti ai bisogni di nuovi mercati, migliorandone l’accessibilità, l’affidabilità e la sicurezza. Sono destinatari del bando le micro piccole e medie imprese,le grandi imprese(i cui progetti possono ottenere contributi limitatamente alle attività di ricerca e sviluppo), gli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza (che possono beneficiare solo di contributi per l’attività di ricerca e sviluppo in collaborazione con le imprese, nell'ambito di una aggregazione temporanea) e le aggregazioni temporanee fra tutti questi soggetti. La dotazione dell'avviso è di 9,26 milioni di euro. I progetti che possono essere presentati sono di 2 tipi:
  1. Progetti semplici:possono essere presentati da Pmi e devono essere realizzati entro 12 mesi dalla data di concessione della sovvenzione. L’importo complessivo delle spese ammissibili per questo tipo di progetti non deve essere inferiore a 50mila euro e superare i 500mila euro. Le risorse complessive per tali progetti ammontano a 5.290.000 euro.
  2. Progetti integrati (relativi a più tipologie di attività): possono essere presentati da imprese in forma singola, imprese in accordo e in effettiva collaborazione con un solo organismo di ricerca e diffusione della conoscenza, aggregazioni temporanee composte da almeno due imprese e non più di sei soggetti. L’importo complessivo delle spese ammissibili non deve essere inferiore a 500mila euro. Ogni singolo progetto integrato non potrà complessivamente beneficiare di una sovvenzione superiore a3 milioni di euro. Le risorse complessive per questi progetti ammontano a 3.970.000 euro.
La presentazione delle domande avviene tramite posta elettronica certificata. La scadenza per l'invio delle domande per i progetti semplici è fissata alle ore 12.00 del 12 dicembre (oppure entro la soglia di 8 milioni di contributi richiesti); per i progetti integrati, invece, il termine è fissato alle ore 12.00 del 9 gennaio 2018 (oppure entro la soglia di 6 milioni di contributi richiesti).   Se sei interessato ai finanziamenti per il cinema leggi anche: Legge Cinema: al via decreto per gestire il Fondo su incentivi fiscali e investimenti Per restare aggiornato sui nuovi bandi e sull'offerta formativa di Prodos Academy Iscriviti alla newsletter   La redazione di Prodos Academy
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni