News - 
24 Marzo 2017

Innovazione Sostantivo Femminile: il bando da 2 milioni di euro per i progetti imprenditoriali delle donne

Condividi su
Innovazione-Sostantivo-Femminile.jpg
Innovazione Sostantivo Femminile è il bando promosso dalla Regione Lazio che mette a disposizione 2 milioni di euro per sostenere la nascita e lo sviluppo di idee e progetti imprenditoriali innovativi da parte delle donne. Le due precedenti edizioni, per le quali lo stanziamento è stato rispettivamente di 1,5 milioni e 1 milione di euro, hanno permesso di finanziare 83 progetti imprenditoriali; quest’anno è stato deciso di ampliare la platea delle potenziali beneficiarie aumentando la dotazione dell’avviso con l’obiettivo di promuovere ulteriormente la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile. In particolare, i progetti finanziabili devono riguardare lo sviluppo di prodotti o servizi innovativi coerenti con le aree di specializzazione previste dalla “Smart Specialisation Strategy (S3) Regione Lazio”, ossia Aerospazio, Scienze della vita, Beni culturali e tecnologie della cultura, Agrifood, Industrie creative digitali, Green Economy, Sicurezza. Possono essere presentati, inoltre, i progetti che abbiano come obiettivo la Social Innovation, ovvero che presentino soluzioni tecnologiche ai problemi dovuti al cambiamento della società. I soggetti ammissibili al bando Innovazione Sostantivo Femminile sono: • libere professioniste; • imprese al femminile già costituite o da costituire entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione del finanziamento (micro, piccole e medie imprese e società tra professionisti in cui il titolare sia una donna); • società di capitali le cui quote siano, per almeno 2/3, in possesso di donne e rappresentino almeno i 2/3 del totale dei componenti dell’organo di amministrazione; • cooperative o società di persone in cui il numero di donne socie sia almeno il 60% della compagine sociale. Il contributo, concesso a fondo perduto, sarà pari al 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di 30.000 euro per ogni progetto, che dovrà essere realizzato nella Regione Lazio. Novità dell’edizione di quest’anno del bando Innovazione Sostantivo Femminile è che, per quanto riguarda i fondi, sono state previste delle riserve per i vari territori del Lazio, in modo da far sì che la ripartizione delle risorse sia il più possibile equilibrata: 200.000 euro sono così riservati a i progetti provenienti dalla provincia di Rieti; 250.000 euro per quelli della provincia di Viterbo; 300.000 euro per la provincia di Frosinone; 300.000 euro per la provincia di Latina; 300.000 euro per la provincia di Roma e 650.000 euro per quelli provenienti da Roma Capitale. Nel caso in cui le risorse non vengano utilizzate dai singoli territori, a partire dal 31 agosto 2017, saranno utilizzate indifferentemente in base al calendario di arrivo dei progetti. Le domande dovranno essere presentate a partire dalle 9.00 del 24 aprile 2017 tramite il sistema GeCoWEB; termine ultimo, le ore 17.00 del 31 ottobre 2017. L’assegnazione dei fondi avverrà secondo la procedura a sportello.   La redazione di Prodos Academy
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni