FORMAZIONE - 
11 Luglio 2018

Promuovere i valori positivi dello Sport a livello comunale e incentivare la mobilità ai fini dell’apprendimento: ecco due importanti bandi da non lasciarsi sfuggire

Condividi su
action-athlete-athletics-618612.jpg
La DG Sport della Commissione Europea ha messo a disposizione più di 2 milioni di euro per la promozione dei valori positivi dello Sport attraverso iniziative sportive a livello comunale e per lo scambio e la mobilità nello sport. I bandi concernono l’attuazione di due specifiche azioni preparatorie, “Promozione dei valori europei attraverso iniziative sportive a livello comunale” e “Scambi e mobilità nello sport”, rientranti nel Programma di lavoro annuale 2018 per l'attuazione di progetti pilota e azioni preparatorie nel settore dell'istruzione, dello sport e della cultura. Scopri il CorsoFondi europei per lo sport per comprendere in breve come realizzare facilmente questi progetti. Oppure ricerca la formula "pacchetto" che più si adatta alle tue esigenze.  

I BANDI

Riassumiamo brevemente i profili salienti di questi due bandi Sport.  

1. "Promozione dei valori europei attraverso iniziative sportive a livello comunale”

Obiettivi e Lotti

Il primo bando evidenziato ha come obiettivo generale quello di sostenere le organizzazioni e i Comuni che promuovono iniziative sportive a livello locale/comunale con l'obiettivo di diffondere i valori positivi dello sport. Innanzitutto, il bando è suddiviso in due lotti. Il primo, “Sovvenzione per lo sviluppo di capacità”, si focalizza sullo sviluppo delle capacità di quelle organizzazioni che promuovono i valori dello sport a livello comunale. Il secondo lotto, denominato“Sovvenzione per l’istaurazione di una rete di contatti”, sostiene, invece, le attività di networking e di scambio di informazioni tra i Comuni in ambiti connessi allo sport.  

Beneficiari

Il discrimine tra i due lotti si fonda sulle caratteristiche del soggetto proponente:
  • Lotto 1: sono ammissibili le domande proposte da un'organizzazione pubblica o privata dotata di personalità giuridica; operante nel settore dello sport e dell'attività fisica e che organizzi attività fisiche e sportive; e con sede sociale in uno dei 28 Stati UE;
  • Lotto 2: sono ammissibili le domande proposte da un ente pubblico attivo a livello locale o comunale in uno dei 28 Stati membri dell'UE.
 

Attività ammissibili

Le attività da svolgere nell'ambito dei progetti devono perseguire gli obiettivi generali previsti dai rispettivi lotti. Non vi sono direttive stringenti in merito al tipo di attività. Tuttavia, è fondamentale considerare dei requisiti obbligatori concernenti il loro svolgimento in generale:
  • Lotto 1: le attività devono essere svolte in almeno 10 comuni situati in altrettanti Stati Membri (SM) dell’UE. Inoltre, i suddetti comuni devono essere debitamente indicati nel modulo di domanda;
  • Lotto 2: devono essere instaurati contatti con almeno 9 enti pubblici situati come minimo in 3 differenti SM dell’UE. Anche tali enti debbono essere indicati nel modulo di domanda.
Le attività possono avere inizio a partire dal 1° gennaio 2019 fino al 31 marzo 2019. Il termine ultimo per completare le attività è il 31 dicembre 2020. La durata minima dei progetti è di 6 mesi.  

Budget disponibile

Il bando mette a disposizione € 1.000.000,00 €. Per ogni proposta progettuale è previsto un finanziamento massimo dell’80%. Il budget è suddiviso nei seguenti termini:
  • Lotto 1: 300.000,00 €. La Commissione prevede di finanziare quindi 1 progetto con l’intero ammontare.
  • Lotto 2: 700.000,00 €. In questo caso, la Commissione prevede di finanziare 3 o 4 progetti, con un importo massimo di 230.000,00€ per sovvenzione.
 

Invio delle domande

Le domande di sovvenzione devono essere redatte utilizzando il modulo elettronico disponibile nella pagina web del bando. Il modulo, debitamente compilato, dovrà quindi essere trasmesso entro le ore 24:00 (ora di Bruxelles) del 26/07/2018. Per maggiori chiarimenti rivolgersi a: EAC-SPORT@EC.EUROPA.EU  

2. "Scambi e mobilità nello sport”

 

Obiettivi

Il secondo bando in oggetto si propone di dare al personale delle organizzazioni sportive l'opportunità di migliorare le loro competenze e qualifiche e acquisire nuove abilità. Quest'obiettivo sarà dunque perseguito mediante la mobilità ai fini di apprendimento, trascorrendo un periodo di tempo in un paese straniero (all'interno e all'esterno dell'UE). L'obiettivo specifico della presente azione è sostenere gli scambi e la mobilità ai fini di apprendimento, promuovendo nel contempo la dimensione internazionale dello sport. L’opportunità di mobilità concerne allenatori e altro "personale" di organizzazioni sportive (compresi i volontari) connesse allo sport a livello professionistico e/o amatoriale. Sono esclusi gli atleti. Il progetto è suddiviso in 4 lotti rappresentativi di quattro distinte aree geografiche:
  1. i Balcani occidentali;
  2. il partenariato orientale;
  3. l'America latina;
  4. l'Asia.
 

Beneficiari

Il proponente deve essere un'organizzazione pubblica o privata dotata di personalità giuridica, che opera nel settore dello sport e dell'attività fisica e organizza attività fisiche e sportive. Inoltre, è necessario abbia la propria sede sociale in uno dei 28 SM dell'UE. Per tutti i lotti, le organizzazioni richiedenti devono dimostrare una cooperazione/contatti consolidati con enti stabiliti in almeno due altri Stati membri dell'UE e in almeno un paese della regione pertinente. Ovviamente, le organizzazioni in questione devono essere indicate nel modulo di domanda.  

Attività ammissibili

Sono ammissibili quelle attività che:
  • perseguano 1 o più degli obiettivi suindicati;
  • concernenti in particolare la mobilità del personale di organizzazioni sportive (ad esclusione degli atleti);
  • e che si caratterizzino per il coinvolgimento di almeno 3 organizzazioni stabilite in 3 differenti SM e di almeno una organizzazione stabilita in un paese terzo dei Balcani occidentali, del partenariato orientale, dell’America latina o dell’Asia.
Le attività possono avere inizio a partire dal 1° gennaio 2019 fino al 31 marzo 2019.Il termine ultimo per completare le attività è il 31 dicembre 2020. La durata minima dei progetti è di 6 mesi.  

Budget disponibile

Il bando mette a disposizione € 1.200.000,00 €. Per ogni proposta progettuale è previsto un finanziamento massimo dell’80%. La Commissione prevede il finanziamento di circa 5 progetti (almeno uno per lotto). L'importo massimo di ogni singola sovvenzione sarà quindi di 240.000,00 €.  

Invio delle domande

Le domande di sovvenzione devono essere redatte utilizzando il modulo elettronico disponibile nella pagina web del bando. Il modulo, debitamente compilato, dovrà quindi essere trasmesso entro le ore 24:00 (ora di Bruxelles) del 26/07/2018. Per maggiori chiarimenti rivolgersi a: EAC-SPORT@EC.EUROPA.EU