ENSURE – Energy Savings in Urban Quarters through Rehabilitation and New Ways of Energy Supply

Programma UE di riferimento
Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) 2007-2013
Europa Centrale

Durata
Data inizio progetto: Maggio 2010
Data fine progetto: Luglio 2013

Coordinatore

City of Ludwigsburg (Germania)
Tourist Information
Eberhardstraße 1
71634 Ludwigsburg
Referente Sandra Koelmel
Tel: 07141 / 9 10-22 52
E-mail: s.koelmel@ludwigsburg.de
Sito web: www.ludwigsburg.de

Partners

• City of Ludwigsburg (Germania)
• Finlombarda SpA (Italia)
• Città di Faenza (Italia)
• Municipality of Sopot (Polonia)
• GAL Genova (Italia)
• SIPRO Agenzia di Sviluppo di Ferrara (Italia)
• Agenda 21 Consulting (Italia)
• Business Support Centre Kranj (Slovenia)
• RSM “Praga” Varsavia (Polonia)
• Eastern Hungarian European Initiations (KEK) Foundation (Ungheria)
• Budapest University of Technology and Economics (Ungheria)
• Hungarian Urban Knwledge Centre (Ungheria)
• Foerderverein Bundesstiftung Baukultur (Germania)

Descrizione

Il progetto è finalizzato a creare una rete transnazionale di organismi di natura pubblica e privata a livello locale e regionale per promuovere soluzioni innovative ed efficienti nel settore delle energie rinnovabili per l’edilizia e lo sviluppo urbano.

Obiettivi del progetto:

• Elaborare metodologie per uno sviluppo urbano efficace nel settore energetico;
• Riabilitazione degli edifici urbani. Nelle città partner, i progetti pilota sono realizzati per testare e valutare strumenti per la fornitura e l’utilizzo di energie rinnovabili;
• Accrescere la consapevolezza sul tema dell’efficienza energetica, coinvolgere tutte le parti interessate attraverso attività di comunicazione e diffusione dei risultati.

Attività di progetto e prodotti:

• Creazione di una metodologia transnazionale per l’efficienza energetica: e quindi fornire le linee guida per lo sviluppo di un piano energetico urbano efficiente, integrare vari aspetti quali la fornitura di energia e lo sviluppo delle infrastrutture, costruzione degli edifici, regolamentazione degli aspetti finanziari, aspetti sociali, design urbano ed aspetti ambientali;
• Elaborazione di un documento politico comune che riassuma le raccomandazioni ai politici (dal livello locale a quello europeo);
• Creazione di Info Point che diffondano il know how per la riabilitazione energetica, per un utilizzo più ampio delle energie rinnovabili, e per la diffusione di informazioni sugli strumenti finanziari disponibili;
• Compendio sui dati esistenti nel settore dell’efficienza energetica urbana nei paesi partner, in cui vengono analizzati i principi di pianificazione urbana, gli aspetti istituzionali, gli standard di efficienza energetica, e l’utilizzo delle energie rinnovabili e sugli strumenti finanziari.

Contributo UE
2.088.666,75 EUR

Sito web di riferimento

Rural Transport Solutions (RTS)

Programma UE di riferimento
Programma di cooperazione territoriale europea

Coordinatore

Giunta regionale della Carelia del nord – North Karelia (Finlandia)
Jaakko Rintamäki, Project Manager
Tel. + 358 400 182 802
firstname.surname@pohjois-karjala.fi

Partners

Västernorrland (Svezia)
Dumfries and Galloway (Scozia)
Shetland Islands (Scozia)
East-Iceland (Islanda)
Pielinen Karelia (Finlandia)

Descrizione

Il progetto Rural Transport Solutions (Soluzioni per il trasporto rurale) si propone di promuovere l’inclusione sociale in aree rurali delle Regioni periferiche settentrionali.

Le comunità in Finlandia, Scozia, Svezia e Islanda stanno cooperando per superare la limitata disponibilità di trasporto pubblico in aree con problemi di lontananza, bassa densità di popolazione e invecchiamento della popolazione con emigrazione giovanile. Il progetto Rural Transport Solutions (RTS) si pone come obiettivo lo sviluppo di schemi di trasporto e di servizi innovativi e sostenibili in zone rurali e costiere al fine di ridurre l’esclusione sociale degli abitanti di aree scarsamente popolate e di apportare miglioramenti nell’ambito della vitalità e della sostenibilità di tali aree, appartenenti alle Regioni periferiche settentrionali.

Il progetto RTS, che ha fruito dei vantaggi di un investimento dell’UE di quasi 1 milione di euro, porta avanti schemi pilota volti a esaminare soluzioni di trasporto rurale alternative, al fine di sviluppare un modello di azione di trasporto rurale complessivo, che possa essere utilizzato da altre regioni appartenenti alle Regioni periferiche dell’Europa settentrionale con problematiche simili, fornendo l’opportunità di impostare soluzioni di trasporto specifiche.

L’Autobus del Villaggio di Kölsillre in Svezia è un pilota riuscito del progetto RTS. Il concetto alla base dell’iniziativa «Autobus del Villaggio» è l’organizzazione autonoma del trasporto pubblico da parte dei residenti del villaggio con l’ausilio di un minibus. Non è previsto un percorso fisso o un orario di partenza. L’autobus è parcheggiato nel villaggio e nella maggior parte dei casi si dirige ad Ange, cittadina più grande situata a 45 km di distanza. Il servizio è gratuito e le persone possono chiedere se è possibile che l’autobus si fermi in un punto specifico a un orario prestabilito. Inoltre l’autobus si ferma per far salire persone che si trovano lungo la strada. Si tratta quindi di un servizio di trasporto pubblico adattato ai bisogni specifici della popolazione.

Nel 2011 l’Autobus del villaggio di Kölsillre ha trasportato più di 4100 passeggeri, numero sostanziale per una popolazione di soli 100 abitanti. Le persone senza patente di guida o che non utilizzano un’automobile possono continuare ad abitare in queste aree remote. Anche coloro che posseggono un’automobile preferiscono utilizzare l’autobus, in quanto tale soluzione ha un basso impatto ambientale ed è economica. L’autobus offre anche opportunità per stabilire contatti sociali durante la corsa. Lo scorso mese di marzo, l’Autobus del Villaggio è risultato vincitore di un concorso organizzato dall’Associazione dei trasporti pubblici svedese e inteso a premiare le migliori soluzioni nell’ambito dei trasporti pubblici in Svezia.

INCASIS – Migliorare la capacità istituzionale nel valutare l’efficacia dei fondi strutturali – English version

EU Programme
European Initiative Programme INTERREG III C EAST

Duration
01/03/2005 – 31/12/2007

Coordinator

The Malopolska School of Public Administration
Szewska 20/3 – 31-009 Cracow (Poland)
Tel: 0048 12 292 68 99
Web site: http://www.msap.ae.krakow.pl
Contact: Dorota Kwiecińska
E-mail: dorota.kwiecinska@ae.krakow.pl

Partners

ITALY
• Finlombarda S.p.A.
• Sviluppo Italia Marche
• Langhe Monferrato Roero Società Consortile a.r.l.

POLAND
• Regione Malopolska

HUNGARY
• Agenzia di Sviluppo Regionale della Provincia di Zala

LITHUANIA
• Municipalità di Vilnius

GERMANY
• Università di Kaiserlautern

SPAIN
• DEBEGESA – Agenzia di Sviluppo Locale dei Paesi Baschi
• Federazione dei Comuni e delle Province delle Asturie

Abstract

The INCASIS project main objective is to improve the institutional capacity of the public bodies to assess efficiently the impact of Structural funds within their own socio-economic regional frameworks.

The project aims at developing a detailed analysis of methodologies and tools in the process of the regional management and evaluation of the Structural funds in order to identify real needs and implement, by consequence, pilot projects on new instruments applicable in regional areas where there is a specific need to improve the institutional capacity on the SF management and evaluation procedures.

Three main typologies of activity have been foreseen within the project:

1. activities of analysis on improving the institutional framework legal solutions and the quality and credibility of evaluation methods and tools;
2. activities of analysis on strengthening the capacity for enhancing human capital (beneficiaries and managers of Structural funds), the accessibility of financial resources and efficient management;
3. activities of analysis on enhancing co-operation between the public, private and social sectors in the evaluation process, building closer cooperation between old and new member regions of the EU in this regard, and helping internationalise activities aimed at evaluating the influence of SF on the social and economic.

The concrete results of the project will be the realisation of the project website as a “virtual marketplace” for exchange of information and the drawing up of guidelines containing the main tools and methodologies on SF management and evaluation processes that will be applicable to selected regional frameworks through the realisation of demonstration projects.

The principle aim that will be achieved beyond the project activities is to develop a more efficient, conscious and shared employ of SF among local and institutional bodies that manages regional funds also in the light of the next EU financial programming period 2007-2013.

Grant
Total project grant: 1.309.608 EUR
ERDF contribution: 814.406 EUR

INCASIS – Migliorare la capacità istituzionale nel valutare l’efficacia dei fondi strutturali

Programma UE di riferimento
Programma di iniziativa comunitaria INTERREG III C EST

Durata
01/03/2005 – 31/12/2007

Coordinatore

Scuola di Amministrazione Pubblica dell’Università di Economia di Cracovia
Szewska 20/3 – 31-009 Cracovia (Polonia)
Tel: 0048 12 292 68 99
Sito web: http://www.msap.ae.krakow.pl
Referente: Dorota Kwiecińska
E-mail: dorota.kwiecinska@ae.krakow.pl

Partners

ITALIA
• Finlombarda S.p.A.
• Sviluppo Italia Marche
• Langhe Monferrato Roero Società Consortile a.r.l.

POLONIA
• Regione Malopolska

UNGHERIA
• Agenzia di Sviluppo Regionale della Provincia di Zala

LITUANIA
• Municipalità di Vilnius

GERMANIA
• Università di Kaiserlautern

SPAGNA
• DEBEGESA – Agenzia di Sviluppo Locale dei Paesi Baschi
• Federazione dei Comuni e delle Province delle Asturie

Descrizione

Il progetto “INCASIS – Migliorare la capacità istituzionale nel valutare l’efficacia dei fondi strutturali” è finalizzato a migliorare la competenza istituzionale degli enti pubblici a valutare in modo consapevole ed efficace l’impatto della gestione dei fondi strutturali sul tessuto socio-economico della propria regione.

Il progetto, infatti, mira a sviluppare un’analisi dettagliata delle metodologie e degli strumenti di valutazione di ciascun partner sull’impiego dei fondi strutturali nel proprio contesto regionale in modo da individuarne i reali fabbisogni e realizzare, di conseguenza, dei progetti pilota volti a sperimentare nuovi strumenti e metodologie applicabili in quei contesti regionali che necessitano di migliorare la propria capacità istituzionale di gestione e valutazione dei fondi strutturali.

Per raggiungere questo obiettivo il progetto si suddivide in 3 principali fasi di attività:

1. attività di studio e di analisi relative ai metodi e agli strumenti utilizzati da ciascun partner per la valutazione dei Fondi strutturali;
2. attività di studio e di analisi sull’impiego delle risorse umane e finanziarie presenti nelle istituzioni locali di ciascun partner che sono coinvolte nel processo di gestione e valutazione dei FS;
3. attività di studio e analisi relative ai processi di networking che si sviluppano in particolare tra le partnership pubblico-private, con particolare attenzione ai processi di decentralizzazione delle attività di valutazione.

I risultati concreti del progetto sono la realizzazione di un sito internet che funge da vetrina virtuale per lo scambio di informazioni e la stesura di una guida contenente i principali risultati dell’analisi degli strumenti e delle metodologie di valutazione che verranno applicati, attraverso progetti pilota sperimentali, a contesti regionali selezionati nel corso del progetto.

L’obiettivo ultimo del progetto è promuovere un impiego più efficace, consapevole e condiviso dei fondi strutturali negli ambiti istituzionali regionali e locali in modo da favorire una gestione mirata ed efficiente degli interventi di politica regionale anche in vista del prossimo periodo di programmazione dei fondi strutturali 2007-2013.

Contributo UE
Budget totale del progetto: 1.309.608 EUR
Contributo UE: 814.406 EUR