Scadenza
15 aprile 2021
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

ADEME, Unione per il Mediterraneo, UNEP MAP Plan Bleu

Vai al bando
Bando scaduto

Finalità

Il concorso è stato pensato per promuovere e premiare azioni esemplari di adattamento ai cambiamenti climatici e incoraggiare le parti interessate nel Mediterraneo ad adattarsi ai cambiamenti climatici. Le azioni dovranno riferirsi alla zona bioclimatica mediterranea: Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libano, Libia, Macedonia, Malta, Montenegro, Marocco, Autorità Nazionale Palestinese, Portogallo, Slovenia, Spagna, Siria, Tunisia, Turchia.

 

Interventi ammissibili

Possono essere proposte soluzioni nell’ambito delle seguenti categorie:

Categoria 1 "Strutture e infrastrutture resilienti"

Questa categoria si riferisce agli approcci infrastrutturali che comprendono misure di sviluppo o di costruzione che richiedono ai servizi di ingegneria di rendere gli edifici, le infrastrutture e le strutture pubbliche più resilienti agli eventi climatici. Questa categoria comprende quindi azioni che comportano investimenti diretti che contribuiscono alla progettazione e / o ristrutturazione di edifici, servizi pubblici, infrastrutture e reti per adattarli ai cambiamenti climatici. Questi possono includere: schemi di sviluppo urbano volti a migliorare il comfort termico estivo o la gestione dell'acqua piovana, gestione integrata delle zone costiere, misure di adattamento degli edifici e misure per migliorare la robustezza delle reti e delle infrastrutture e la loro capacità di resistere agli eventi climatici.

Categoria 2 "Preservazione degli ecosistemi e soluzioni basate sulla natura"

Questa categoria si riferisce agli approcci che utilizzano le funzioni ei servizi forniti dagli ecosistemi e che proteggono le risorse naturali (acqua, foreste, stock ittici, ecc.). Contribuiscono così a rafforzare la resilienza degli ecosistemi e il grande ciclo dell'acqua: terrestre, acquatico e marino. Questa categoria comprende quindi le azioni che supportano le funzioni dei servizi ecosistemici, da cui dipendono numerose attività umane (agricoltura, pesca, silvicoltura, turismo, protezione dalle inondazioni, accesso alle risorse idriche, ecc.), Proteggendo, ripristinando e / o migliorando la resilienza delle risorse naturali (acqua). Questi possono includere: misure di riduzione del calore urbano attingendo agli ecosistemi (suolo, acqua, vegetazione), schemi di sviluppo che promuovono la continuità ecologica, azioni per gestire la domanda di acqua potabile o mobilitare risorse alternative, azioni che contribuiscono ad adattare le pratiche agricole e forestali ai cambiamenti climatici, eccetera.

Categoria 3 "Progettazione, attuazione e monitoraggio delle politiche pubbliche"

Questa categoria si riferisce agli approcci non strutturali che coinvolgono la progettazione e l'attuazione di politiche, procedure, risorse di pianificazione e incentivi e la diffusione di informazioni al fine di ridurre la vulnerabilità. Questa categoria comprende quindi azioni che aiutano, da un lato, a migliorare la conoscenza o informare / sensibilizzare / incoraggiare / cambiare comportamenti individuali e collettivi e, dall'altro, promuovere cambiamenti alla governance e ai quadri normativi (pianificazione urbana in particolare), con al fine di preparare tutte le parti interessate al cambiamento climatico. Questi possono includere: programmi di ricerca regionali, approcci proattivi al cambiamento climatico, azioni volte a formare / sensibilizzare / ottenere il consenso degli stakeholder e dei decisori regionali, incentivi e / o misure normative, azioni che mirano a incorporare il cambiamento climatico nelle politiche pubbliche , eccetera.

Chi può partecipare

Il concorso è rivolto a stakeholder pubblici, membri del settore privato e ONG che stanno agendo e sviluppando soluzioni finalizzate all’adattamento delle regioni del Mediterraneo ai cambiamenti climatici:

  • Autorità locali
  • Ente nazionali
  • Università pubbliche
  • ONG in collaborazione con uno stakeholder pubblici locali
  • Società o membri del settore privato in collaborazione con stakeholder pubblici locali

Entità del contributo

La cerimonia di premiazione si svolgerà nel giugno 2021, durante l'ECCA (Bruxelles - Belgio).

I finalisti (il vincitore di ciascuna categoria di premio) riceveranno un diploma e beneficeranno di un'esposizione nazionale e internazionale, grazie alla promozione capillare da parte di ADEME e dei suoi partner mediterranei (Unione per il Mediterraneo e Plan Bleu, in particolare tramite:

  • Supporto da parte dei partner
  • Inviti a un workshop internazionale
  • Promozione internazionale delle azioni proposte (comunicazione stampa, pubblicazione dedicata, ecc.)

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Può essere d’aiuto consultare le FAQs pubblicate sul sito del concorso

Attenzione: le azioni di adattamento sono raggruppate per tipologia nel Libro bianco sull'adattamento della Commissione europea (SEC 2009; Rapporto EEA n. 3/2013):

  • approcci infrastrutturali "grigi", comprendenti misure fisiche o di costruzione che richiedono ai servizi di ingegneria di realizzare edifici e infrastrutture essenziali per benessere più resistente agli eventi estremi;
  • approcci strutturali "verdi", che aiutano a costruire la resilienza degli ecosistemi e, mentre si sforzano di arrestare la perdita di biodiversità e i danni agli ecosistemi e ripristinare il ciclo dell'acqua, utilizzano le funzioni ei servizi fornito dagli ecosistemi per ottenere una soluzione di adattamento più redditizia e, in alcuni casi, più facile da implementare rispetto ad una che adotta solo approcci “grigi”;
  • "Orange", approcci più delicati e non strutturali, che comportano la progettazione e l'attuazione di politiche e procedure relative all'assegnazione del suolo, alla diffusione delle informazioni e agli incentivi economici volti a ridurre o prevenire la vulnerabilità.

È molto importante soffermarsi sui criteri di valutazioneche verranno presi in considerazione dai valutatori:

  • risultati dell'azione in termini di adattamento ai cambiamenti climatici
  • esemplarità nell'attuazione dell'azione di adattamento
  • potenziale di replicabilità dell'azione di adattamento in altre aree

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Vai al bando
Bando scaduto